i libri fanno festival

Questo blog non è più attivo da giugno 2016. Ci siamo trasferiti all’indirizzo

www. librinfestival.it

dove troverete tutto l’archivio dell’attività svolta fin’ora.

Annunci

Librinfestival, programmaprogramma gennaio_giugno_ultimo1aprogramma gennaio_giugno_ultimo1b

Ombre pagane

Venerdì 11 marzo, presso Arte in circolo, Monterotondo, Laura Di Tosti, giurata di #Librinfestival, ha presentato Ombre pagane di Franco Mieli, Editrice Montecovello, X libro in concorso alla maratona letteraria #Librinfestival. Maratona tanto lunga quanto entusiasmante.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un grazie dovuto alla collaborazione di Silvia Di Tosti, ad autori, editori, pubblico, ai luoghi che ci hanno accolto, ad Arte in circolo che ci ha ospitato per la seconda volta, all’Olio Vitali che dopo aver ascoltato il nostro programma ha deciso di sostenerci senza esitazione, a Rara Piol giurata e rappresentante della stampa e a Selene Gagliardi. Un plauso particolare va soprattutto alla nostra giuria, il valore aggiunto, la novità di questo Festival. Quattordici giurati che il 18 settembre 2015 hanno accettato a occhi chiusi di far parte di questo progetto e si sono impegnati a comprare tredici libri, leggerli, partecipare agli incontri, e soprattutto presentare a turno uno dei libri in concorso, diventando essi stessi protagonisti e partecipi della manifestazione: lettori attivi.

Un’idea vincente che attua il progetto originario di incrementare la lettura senza imperativi, esortazioni, frasi fatte, ma dando vita a una comunità letteraria che legge, giudica e si confronta. Per giudicare un libro occorre leggerlo, farne l’esperienza, appropriarsene, e comunicarla. #Librinfestival è nato proprio per consentire a tutti di vivere l’esperienza della lettura come gioco, come una festa, da cui il nome #Librinfestival, i libri fanno festa. E a proposito della nostra comunità, nata spontaneamente intorno a tredici libri, voglio leggere una frase della scrittrice Carola Susani che il 18 febbraio ha presentato il libro di Dacia Maraini, La bambina e il sognatore, presso l’associazione Finestre sul cortile, con letture di Caterina Venturini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Carola Susani
Quando si parla delle storie parliamo di puro splendore, le storie hanno una limpidezza, le storie servono, sono lo strumento tra noi. Quando si parla di letteratura invece le cose si fanno complesse, perché le storie prevedono qualcuno che le ascolti, un rapporto, una relazione, addirittura una comunità, una rete, mai un’abitudine, mai una chiusura, le storie sono sempre apertura e io ho avuto l’impressione leggendo questo libro che ci sia anche una presa di posizione rispetto a un tipo di letteratura che invece recide il contratto, rinuncia alla comunicazione, non è più capace di parlare fra gli altri ma comincia a costruire una cantina chiusa, uno spazio chiuso che serve solo a chi lo abita, che serve solo a chi lo decora, che serve solo a chi se ne fa abitante e prigioniero, anche.

E la mia esortazione a tutti noi è di continuare a sostenere #Librinfestival che ha dato vita a una comunità, che è nato come un sogno, un sogno che abbiamo reso reale e che deve continuare a vivere.

Giusi R.

programma gennaio-giugno   oprogramma gennaio_giugno_variazioni1programma gennaio_giugno_variazioni2

programma gennaio_giugno_spostamento

programma gennaio_giugno1_spostamento

programma gennaio_giugno_spostamento2

mestierelibro

Librinfestival, Cronache metropolitane

LIBRINFESTIVAL  I edizione

Con il nuovo anno riprendono gli appuntamenti di Librinfestival con il mondo dell’editoria e dei suoi mestieri.

Il primo incontro venerdì 8 gennaio 2016, ore 18,30 con Cronache metropolitane di Cristiana Bullita, Watson edizioni, presso la Libreria Mondadori di Monterotondo.

Presenta l’autrice Selene Gagliardi

Maria, un’insegnante di liceo di mezza età, è una donna chiusa nei suoi rituali quotidiani come in una tana, avvelenata da una solitudine di vecchia data e avvilita dai cambiamenti in atto nella scuola italiana. Ma, a dispetto di tutto, è gustosamente ironica e autoironica con quello che è l’unico depositario della sua frustrazione, il suo “diario segreto”.
Vira e i suoi figli sono immigrati moldavi che hanno dovuto lasciare il loro Paese a causa dell’inasprimento della crisi economica e per gli esiti della Rivoluzione-Twitter. La loro drammatica vicenda impatta sonoramente con la vita di Maria, il…

View original post 503 altre parole

mestierelibro

Cogliamo l’occasione della vittoria del Premio Franco Fedeli 2015 di Piergiorgio Pulixi con Il Canto degli innocenti per complimentarci con lui e riportare la cronaca dell’incontro del 28 ottobre.

Il 28 ottobre 2015 mestierelibro ha inaugurato i suoi corsi presso la sede di Baratto Libero. La serata si è conclusa con una visita presso la Ubik di Monterotondo per assistere a un nuovo incontro con i libri di Piergiorgio Pulixi autore prolifico e comunicativo che qui a Monterotondo ha un seguito di fedeli lettori. L’autore ha presentato Per sempre, terzo capitolo della saga dell’ispettore Biagio Mazzeo.

Pulixi_cop

PER SEMPRE
Piergiorgio Pulixi
edizioni E/O
2015, pp. 304
ISBN: 9788866326847
Collana: Sabot/age
Disponibile in ebook
€ 16,50

La paura è più forte dell’amore e l’ispettore Mazzeo l’ha vissuto sulla sua pelle.
Per la prima volta il poliziotto è tentato di lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare da zero con Nicky, la…

View original post 1.638 altre parole